TeleconferenzaConferenza Sul Web
ITA
 
 
Conference Calls

Incontriamo Powwownow

Giugno 2010, The Virtual Presenter

article_image
Visualizza articolo
Un paio d’anni fa, stavo parlando con un mio amico che lavorava presso una società di teleconferenze, il quale a un certo punto mi confessò candidamente di non utilizzare il loro servizio di conferenze sul web. Invece, usava una piccola applicazione di screensharing che “funzionava perfettamente”. La conversazione potrebbe essere riassunta brevemente in questo modo: “a volte bisognamostrare il proprio desktop”.

Certamente vero.

Recentemente ho avuto il piacere di conoscere Andrew Pearce, il CEO della britannica Powwownow (la società offre anche una soluzione per gli utenti sulla costa atlantica occidentale).  Come nel caso di molti vendor di teleconferenze, sono le conference call a tenere banco, mentre il web conferencing è una conveniente soluzione aggiuntiva per coloro che vogliono di più di una semplice comunicazione audio.

Secondo Andrew, “Gratuito non significa necessariamente scadente” e Powwownow offre un sistema estremamente semplice per cominciare a usare questa tecnologia. A dire la verità, Powwownow è basato su un’altra piattaforma (non pubblicizzata e che quindi neanch’io rivelerò), ma l’offerta rimane sempre validissima.

Ecco alcune cose che mi sono piaciute:

Integrazione di chat e presenza
Per chi collabora regolarmente sempre con le stesse persone, Powwownow offre un servizio di chat business-class/messaggistica istantanea che consente di sapere subito se un collega sia disponibile e quindi di invitarlo a una sessione di condivisione. Mentre non si tratta di una novità assoluta, il mercato delle piccole-medie imprese a cui si rivolge potrà trovare questa soluzione un’aggiunta interessante. Il fatto poi che la chat di Powwownow s’integri con le più diffuse piattaforme di messaggistica ne aumenta la sua potenziale utilità.

Semplicità
L’aspetto positivo di “non offrire tante funzioni” è la “rapidità e la semplicità”. Se si desidera utilizzare il servizio di condivisione del desktop, gli utenti di PC e Mac non devono far altro che scaricare e installare una piccola applicazione, mentre chi è invitato a partecipare alla sessione non deve installare nulla. Se non si dispone di strumenti aggiuntivi, ovviamente non si imparerà a utilizzarli, ma è anche vero che spesso non utilizziamo mai tutte le opzioni a nostra disposizione.

App per iPhone
Un altra simpatica opzione è un’app per l’iPhone che consente di partecipare immediatamente a una conferenza, senza dover immettere il codice PIN.

Andrew ha menzionato la possibilità di un servizio video “nel corso dell’anno” e, dato il trattamento intelligente della app per l’iPhone appena menzionata, sarà interessante vedere cosa succede ora che l’iPhone 4 è stato lanciato. Se avete bisogno di condividere il vostro desktop con una soluzione semplice e diretta, Powwownow è quello che fa per voi.

    Share/Bookmark Share this page

    Altri Articoli